Archivio Diocesano di Nocera Inferiore (Salerno)

La Campania è una delle regioni Italiane che offre molto a tutti coloro che la visitano. E’ la meta giusta per chi cerca una vacanza di mare ma anche per chi desidera organizzare un viaggio storico culturale.

In tutto il territorio troviamo siti archeologici, borghi suggestivi, mare cristallino e parchi. Un viaggio in Campania sarà apprezzato da tutti coloro che amano la cultura e la storia, basti pensare che vi sono resti risalenti all’epoca della dominazione romana e borbonica ma soprattutto ci sono gli scavi archeologici di Pompei. Ciò che non manca sono i borghi che conquistano tutti i visitatori. Gli amanti della natura, invece, possono organizzare lunghe passeggiate e fare trekking; tra i più apprezzati ricordiamo il Sentiero degli Dei, in Costiera Amalfitana e il Parco Nazionale del Cilento. Chi desidera la tranquillità e il relax può organizzare un soggiorno presso alcune baie della regione, una delle più belle in assoluto è la Baia di Ieranto a Punta Licosa.

In Campania, inoltre, non manca il buon cibo, la regione è riconosciuta in tutto il mondo per la pizza, ma anche per il babà e il limoncello.
Vediamo insieme quali sono i principali luoghi di interesse culturale della regione.

Archivio Diocesano di Nocera Inferiore – Sarno, Nocera Inferiore: descrizione

L’archivio della Diocesi di Nocera Inferiore-Sarno ha assunto questa denominazione dal 30 settembre 1986 con la fusione delle Diocesi di Nocera de’ Pagani e di Sarno. L’archivio diocesano è costituito dai due fondi, a Nocera Inferiore, archivio storico e corrente, e a Sarno, archivio storico dell’ex Diocesi di Sarno. Il fondo archivistico di Nocera Inferiore ha la consistenza di 946 cartelle ed il documento più antico conservato è datato al 1479. I documenti, divisi per fondi, sono raccolti in faldoni sistemati sui ripiani di 27 armadi metallici posizionati perimetralmente lungo i muri e la balaustra del soppalco che occupa lo spazio soprastante gli uffici della Curia e della CARITAS diocesana. Il fondo archivistico dell’ex Diocesi di Sarno ha la consistenza di 844 cartelle ed il documento più antico conservato è datato al 1309. La diocesi di Sarno fu eretta nel 1066 dall’arcivescovo di Salerno Alfano I. La diocesi all’inizio del XVI secolo subì perdite da parte dei vescovi di Nola che la amministrarono per conto di cardinali commendatari. Dal 1808 al 1818, in seguito all’occupazione francese, la sede episcopale ebbe una vacanza durante la quale i vescovi nolani, amministrandola quali vicari capitolari, trasferirono in Nola oltre alla sede del Seminario, anche buona parte dell’archivio vescovile, cosicché molti documenti andarono dispersi o si trovano ancora in archivi di Nola. Nel 1818 la diocesi di Sarno fu unita aeque principaliter a quella di Cava e, successivamente, nel 1972 fu sciolta l’unione tra Cava e Sarno. La diocesi di Sarno fu unita in persona episcopi alla diocesi di Nocera de’ Pagani, mentre la diocesi di Cava fu unita in persona episcopi all’arcidiocesi di Amalfi. I documenti della sezione dell’archivio diocesano in Sarno, divisi per serie, sono raccolti in buste sistemate in armadi metallici in due stanze al piano terra del Palazzo Vescovile di Sarno, adattate per ordine di Sua Ecc.za Mons. Gioacchino Illiano, a norma delle leggi vigenti, con progetto approvato dalla Soprintendenza Beni AA.A.S. di Salerno e Avellino

Indirizzo: 84014 Via Vescovado 4 – Nocera Inferiore – 40.7404839 – 14.6511074

Come arrivare in Campania

La Regione Campania è situata nell’Italia Meridionale ed è bagnata dal Mar Tirreno. Il capoluogo della regione è Napoli, popolata da quasi un milione di abitanti. Le altre provincie della regione sono: Salerno, Avellino, Benevento e Caserta, dove sono visibili bellezze naturali architettoniche incredibili.

Ma come si può raggiungere? Si raggiunge in auto, in treno, con l’aereo e con la nave. Vediamo quindi di seguito le diverse soluzioni.

Raggiungere la Campania in auto

La Campania si raggiunge facilmente in auto da tutta l’Italia poichè si collega all’ Autostrada A1. Le strade statali principali della regione sono: strada statale 414 di Montecalvo Irpino, strada statale 90 delle Puglie, strada statale 91 della Valle del Sele, strada statale 608 di Teano, strada statale 7 quater Via Domitiana, strada statale 145 Sorrentina, strada statale 163 Amalfitana, strada statale 268 del Vesuvio.

Raggiungere la Campania in treno

Per raggiungere la Campania con il treno è possibile scegliere tra diverse soluzioni. Innanzitutto vi è l’alta velocità ferroviaria che consente di raggiungere la città di Napoli, di Afragola, di Salerno. In poche ore si raggiunge la Campania partendo da Milano, Torino e Venezia.
In alternativa, si può partire con un treno regionale partendo da nord e dal sud Italia.

Raggiungere la Campania in aereo

L’unico aeroporto della Campania è quello di Napoli Capodichino.

Raggiungere la Campania con la nave

Numerosi sono i porti che sono presenti nella Regione Campania, il più importante di tutti è quello di Salerno. Dal porto di Napoli e Salerno partono navi che raggiungono anche altre Regioni Italiane e stati esteri.
Altri porti, invece, consentono di raggiungere le isole dell’arcipelago campano come ad esempio Ischia, Procida e Capri. Tutti i porti sono ben collegati con le stazioni ferroviarie.

Consigli di viaggio

Se hai bisogno di ricevere informazioni inerenti al tuo prossimo viaggio in Campania oppure se desideri effettuare prenotazioni di hotel, ristoranti, treni, navi e tanto altro contattaci.