Convento di S. Anna, Nocera Inferiore (Salerno)

La Campania è una delle regioni Italiane che offre molto a tutti coloro che la visitano. E’ la meta giusta per chi cerca una vacanza di mare ma anche per chi desidera organizzare un viaggio storico culturale.

In tutto il territorio troviamo siti archeologici, borghi suggestivi, mare cristallino e parchi. Un viaggio in Campania sarà apprezzato da tutti coloro che amano la cultura e la storia, basti pensare che vi sono resti risalenti all’epoca della dominazione romana e borbonica ma soprattutto ci sono gli scavi archeologici di Pompei. Ciò che non manca sono i borghi che conquistano tutti i visitatori. Gli amanti della natura, invece, possono organizzare lunghe passeggiate e fare trekking; tra i più apprezzati ricordiamo il Sentiero degli Dei, in Costiera Amalfitana e il Parco Nazionale del Cilento. Chi desidera la tranquillità e il relax può organizzare un soggiorno presso alcune baie della regione, una delle più belle in assoluto è la Baia di Ieranto a Punta Licosa.

In Campania, inoltre, non manca il buon cibo, la regione è riconosciuta in tutto il mondo per la pizza, ma anche per il babà e il limoncello.
Vediamo insieme quali sono i principali luoghi di interesse culturale della regione.

Convento di S. Anna, Nocera Inferiore: descrizione

Le imponenti dimensioni del monastero mostrano le tracce di una lunga serie di trasformazioni. Le più importanti furono quelle del 1685-1686, dovute ai guasti del tempo e dei terremoti. Tali restauri hanno coperto le originali volute gotiche della piccola chiesa, trasformandole secondo il gusto barocco.
Delle originarie forme gotiche restano tracce in strutture murarie esterne nel cortile d’accesso; in alcuni settori del Monastero e nel portale d’ingresso alla Chiesa.
Rilevante è il patrimonio artistico.
Nel vano della ruota è presente una Crocifissione trecentesca che fa pensare ad apporti di Roberto d’Oderisio. L’attribuzione è supportata dalla circostanza che una probabile familiare del pittore fu monacata nella struttura nocerina nel corso del quattordicesimo secolo[5].
Altrettanto interessante è una Annunciazione trecentesca. Fa parte di un ciclo di affreschi databili al ‘400 (trovati per caso da una monaca), presenti in una stanzetta attigua alla chiesa. Ne fanno parte una crocifissione, un ciclo di San Giacomo, una Madonna con Bambino attorniata da santi e una Sant’Anna Metterza. È possibile che siano stati realizzati dopo il 1435, quando una bolla di papa Eugenio IV promise indulgenze a chi avesse contribuito al restauro del convento oramai danneggiato.
All’esterno della chiesa è presente una lunetta di Andrea Sabatini del primo ‘500.
Al 1660 si data il Miracolo del Quadro di San Domenico in Soriano, realizzato da Chiara Villani, probabilmente una consorella del monastero. La sua firma è presente in calce all’opera: Sora Chiara Villani F. 1660.
Ancora nella chiesa sono presenti diverse grandi tele opera di tutta la famiglia Solimena: Angelo, Francesco e Orazio.
Particolarmente interessante è la Incoronazione di Sant’Anna, di Angelo Solimena, databile al 1689, collocata sull’altare maggiore.
Di Francesco Solimena è una Madonna del Rosario del 1728. L’abate Ciccio donò la tela in omaggio alle sue nipoti monacate nel convento, come si legge nella dedica: F. Solimena in suarum gratiam nepotam monia¬lium fecit et donavit a. d. 1728.
Attribuibili ad Orazio Solimena sono una Adorazione dei Magi (1772) e una Annunciazione. Il primo quadro fu dedicato alla sorella, monaca nel convento.

Indirizzo: 84014 Via Sant’Anna – Nocera Inferiore – 40.7514980 – 14.6386395

Come arrivare in Campania

La Regione Campania è situata nell’Italia Meridionale ed è bagnata dal Mar Tirreno. Il capoluogo della regione è Napoli, popolata da quasi un milione di abitanti. Le altre provincie della regione sono: Salerno, Avellino, Benevento e Caserta, dove sono visibili bellezze naturali architettoniche incredibili.

Ma come si può raggiungere? Si raggiunge in auto, in treno, con l’aereo e con la nave. Vediamo quindi di seguito le diverse soluzioni.

Raggiungere la Campania in auto

La Campania si raggiunge facilmente in auto da tutta l’Italia poichè si collega all’ Autostrada A1. Le strade statali principali della regione sono: strada statale 414 di Montecalvo Irpino, strada statale 90 delle Puglie, strada statale 91 della Valle del Sele, strada statale 608 di Teano, strada statale 7 quater Via Domitiana, strada statale 145 Sorrentina, strada statale 163 Amalfitana, strada statale 268 del Vesuvio.

Raggiungere la Campania in treno

Per raggiungere la Campania con il treno è possibile scegliere tra diverse soluzioni. Innanzitutto vi è l’alta velocità ferroviaria che consente di raggiungere la città di Napoli, di Afragola, di Salerno. In poche ore si raggiunge la Campania partendo da Milano, Torino e Venezia.
In alternativa, si può partire con un treno regionale partendo da nord e dal sud Italia.

Raggiungere la Campania in aereo

L’unico aeroporto della Campania è quello di Napoli Capodichino.

Raggiungere la Campania con la nave

Numerosi sono i porti che sono presenti nella Regione Campania, il più importante di tutti è quello di Salerno. Dal porto di Napoli e Salerno partono navi che raggiungono anche altre Regioni Italiane e stati esteri.
Altri porti, invece, consentono di raggiungere le isole dell’arcipelago campano come ad esempio Ischia, Procida e Capri. Tutti i porti sono ben collegati con le stazioni ferroviarie.

Consigli di viaggio

Se hai bisogno di ricevere informazioni inerenti al tuo prossimo viaggio in Campania oppure se desideri effettuare prenotazioni di hotel, ristoranti, treni, navi e tanto altro contattaci.