Chiesa di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta (Napoli)

Per chi vuole visitare Napoli e scoprirne le meraviglie dal punto di vista storico e artistico, questa città offre molte chiese. Ad esempio, la chiesa di Santa Maria Maggiore è una chiesa basilicale, dedicata alla Vergine che puoi incontrare passeggiando nel centro storico.

La storia

La chiesa originariamente nacque come una basilica paleocristiana. L’edificio che conosciamo oggi fu costruito intorno alla metà del Seicento, in stile barocco.

La chiesa subì diverse ristrutturazioni: nel 1803 divenne caserma dei pompieri; invece con la seconda guerra mondiale la struttura fu gravemente danneggiata tanto che i lavori terminarono solo nel 1976.

Nel 2011, sono stati trovati nel sottosuolo della chiesa dei simboli templari.

La struttura

Il Campanile, considerato uno delle torri campanarie più antiche d’Italia è in stile romanico ed è prevalentemente in marmo.

Il corpo laterale alla facciata è arricchito dalla Cappella Pontano e dalla Cappella del Salvatore.

All’interno della chiesa troviamo una pavimentazione maiolica, realizzata da Giuseppe Massa. La cripta presenta ancora dei residui di un mosaico di epoca romana.