Chiesa di San Benedetto (Salerno)

Se sei un turista in cerca di una meta estiva, abbiamo per te alcuni suggerimenti. Tra le cose da vedere in Campania c’è Salerno. In questa città oltre al mare e al divertimento, potrai visitare anche luoghi di cultura e di arte. Nel centro storico, in via San Benedetto, ad esempio, c’è la chiesa di Sa Benedetto.

La storia

L’origine di questa chiesa non è certa, ma è fissato come anno di fondazione il 793. Nel 938 risultò essere il più importante tra i monasteri benedettini del Principato di Salerno. Nel 946 riceva la protezione Apostolica dal Papa Agapito II.

Dopo numerosi avvenimenti, nel 1807 le leggi napoleoniche sopprimono il monastero e la chiesa divenne “Real Teatro di San Gioacchino”. Nel 1834, fu ordinato il ripristino della chiesa e i lavori terminarono nel 1857. Dopo altre trasformazioni, la chiesa, nel 1963, fu restituita al clero, ma il monastero è oggi una caserma militare.

La struttura

La struttura è costituita in prevalenza in stile romanico, con archi a tutto sesto. Quest’ultimi sono presenti anche sulla facciata. Sulla parte sinistra troviamo i resti dell’antico campanile.

Il quadriportico della chiesa, è stato diviso in due parti dalla strada, e dietro le mura fu costruito il Museo Archeologico Provinciale.

L’interno della chiesa presenta una pianta basilicale, con tre navate.