Chiesa di S. Potito, Napoli (Napoli)

La Campania è una delle regioni Italiane che offre molto a tutti coloro che la visitano. E’ la meta giusta per chi cerca una vacanza di mare ma anche per chi desidera organizzare un viaggio storico culturale.

In tutto il territorio troviamo siti archeologici, borghi suggestivi, mare cristallino e parchi. Un viaggio in Campania sarà apprezzato da tutti coloro che amano la cultura e la storia, basti pensare che vi sono resti risalenti all’epoca della dominazione romana e borbonica ma soprattutto ci sono gli scavi archeologici di Pompei. Ciò che non manca sono i borghi che conquistano tutti i visitatori. Gli amanti della natura, invece, possono organizzare lunghe passeggiate e fare trekking; tra i più apprezzati ricordiamo il Sentiero degli Dei, in Costiera Amalfitana e il Parco Nazionale del Cilento. Chi desidera la tranquillità e il relax può organizzare un soggiorno presso alcune baie della regione, una delle più belle in assoluto è la Baia di Ieranto a Punta Licosa.

In Campania, inoltre, non manca il buon cibo, la regione è riconosciuta in tutto il mondo per la pizza, ma anche per il babà e il limoncello.
Vediamo insieme quali sono i principali luoghi di interesse culturale della regione.

Chiesa di S. Potito, Napoli: descrizione

La chiesa e l’annesso convento di monache benedettino furono costruiti a partire dal 1615, tuttavia la fondazione di questa comunità monastica è molto più antica e risale al tempo del vescovo Severo (IV secolo), al quale si deve la fondazione lungo via Anticaglia del cenobio di monache basiliane, poi benedettine, che lì risiedettero fino al principio del XVII, quando cedettero la proprietà dell’edificio al principe di Avellino che voleva ampliare il proprio palazzo. La costruzione del nuovo monastero, sempre dedicato a S. Potito, fu affidata all’architetto Pietro De Marino. Questi realizzò l’austera facciata il cui ordine inferiore è caratterizzato da un’apertura a serliana che immette i profondo atrio al di sopra del quale è collocato il coro delle monache. Lo spazioso interno a navata unica fu poi ridecorato nel tardo Settecento dagli stucchi di Giovan Battista Broggia. Punto focale dell’invaso è la zona presbiteriale dove, alle spalle di un prezioso altare in marmi policromi, sono collocate le tele di Niccolò De Simone raffigurante S. Potito trafitto dal chiodo infuocato che fa provare le stesse pene all’imperatore Antonino (1654), affiancata da quelle di Giacinto Diano raffiguranti altre storie di S. Potito (1784). Tra i numerosi e pregevoli dipinti della chiesa meritano di essere segnalati almeno la Madonna del Rosario di Luca Giordano, collocata nella prima cappella a destra, e la Vergine della Purità con i SS. Giuseppe e Antonio e alcuni confratelli, collocato in sacrestia. Il monastero fu soppresso già durante il Decennio francese e la chiesa fu così affidata all’Arciconfraternita degli Uffiziali dei Banchi che tuttora la detiene, mentre il convento è diventato caserma dei Carabinieri.

Indirizzo: 80135 Via Salvatore Tommasi, 1-4 – Napoli – 40.8520070 – 14.2485649

Come arrivare in Campania

La Regione Campania è situata nell’Italia Meridionale ed è bagnata dal Mar Tirreno. Il capoluogo della regione è Napoli, popolata da quasi un milione di abitanti. Le altre provincie della regione sono: Salerno, Avellino, Benevento e Caserta, dove sono visibili bellezze naturali architettoniche incredibili.

Ma come si può raggiungere? Si raggiunge in auto, in treno, con l’aereo e con la nave. Vediamo quindi di seguito le diverse soluzioni.

Raggiungere la Campania in auto

La Campania si raggiunge facilmente in auto da tutta l’Italia poichè si collega all’ Autostrada A1. Le strade statali principali della regione sono: strada statale 414 di Montecalvo Irpino, strada statale 90 delle Puglie, strada statale 91 della Valle del Sele, strada statale 608 di Teano, strada statale 7 quater Via Domitiana, strada statale 145 Sorrentina, strada statale 163 Amalfitana, strada statale 268 del Vesuvio.

Raggiungere la Campania in treno

Per raggiungere la Campania con il treno è possibile scegliere tra diverse soluzioni. Innanzitutto vi è l’alta velocità ferroviaria che consente di raggiungere la città di Napoli, di Afragola, di Salerno. In poche ore si raggiunge la Campania partendo da Milano, Torino e Venezia.
In alternativa, si può partire con un treno regionale partendo da nord e dal sud Italia.

Raggiungere la Campania in aereo

L’unico aeroporto della Campania è quello di Napoli Capodichino.

Raggiungere la Campania con la nave

Numerosi sono i porti che sono presenti nella Regione Campania, il più importante di tutti è quello di Salerno. Dal porto di Napoli e Salerno partono navi che raggiungono anche altre Regioni Italiane e stati esteri.
Altri porti, invece, consentono di raggiungere le isole dell’arcipelago campano come ad esempio Ischia, Procida e Capri. Tutti i porti sono ben collegati con le stazioni ferroviarie.

Consigli di viaggio

Se hai bisogno di ricevere informazioni inerenti al tuo prossimo viaggio in Campania oppure se desideri effettuare prenotazioni di hotel, ristoranti, treni, navi e tanto altro contattaci.