Chiesa di S. Aspreno ai Crociferi, Napoli (Napoli)

La Campania è una delle regioni Italiane che offre molto a tutti coloro che la visitano. E’ la meta giusta per chi cerca una vacanza di mare ma anche per chi desidera organizzare un viaggio storico culturale.

In tutto il territorio troviamo siti archeologici, borghi suggestivi, mare cristallino e parchi. Un viaggio in Campania sarà apprezzato da tutti coloro che amano la cultura e la storia, basti pensare che vi sono resti risalenti all’epoca della dominazione romana e borbonica ma soprattutto ci sono gli scavi archeologici di Pompei. Ciò che non manca sono i borghi che conquistano tutti i visitatori. Gli amanti della natura, invece, possono organizzare lunghe passeggiate e fare trekking; tra i più apprezzati ricordiamo il Sentiero degli Dei, in Costiera Amalfitana e il Parco Nazionale del Cilento. Chi desidera la tranquillità e il relax può organizzare un soggiorno presso alcune baie della regione, una delle più belle in assoluto è la Baia di Ieranto a Punta Licosa.

In Campania, inoltre, non manca il buon cibo, la regione è riconosciuta in tutto il mondo per la pizza, ma anche per il babà e il limoncello.
Vediamo insieme quali sono i principali luoghi di interesse culturale della regione.

Chiesa di S. Aspreno ai Crociferi, Napoli: descrizione

I Crociferi o Chierici Regolari Ministri degli Infermi, ordine fondato da S. Camillo de Lellis, in città avevano due complessi conventuali: S. Maria Portacoeli, fondata alla fine del Cinquecento e distrutta quando nel 1870 fu costruita via Duomo, e le Crocelle al Chiatamone, di cui oggi rimane solo la chiesa fondata nel 1623. Nel 1633 padre Fabrizio Turboli decise di far erigere in questo luogo una nuova casa per il noviziato dei Crociferi con una chiesetta annessa dedicata a S. Aspreno, primo vescovo di Napoli, che una lunga tradizione vuole invocato per la guarigione dell’emicrania (da cui il nome aspirina). La struttura antica fu danneggiata dalle alluvioni, cui il vallone della Sanità andava periodicamente soggetto, e fu ricostruita nel 1760 da Luca e Bartolomeo Vecchione, che avevano rimodernato anche la chiesa di S. Maria Portacoeli. Essi la concepirono in posizione rialzata (infatti la facciata è preceduta da una scalinata in pietra lavica) proprio per evitare i danni che i torrenti d’acqua avevano arrecato al tempio seicentesco. Il luminoso interno, decorato con sobri ed eleganti stucchi, è a croce latina con navata unica e tre cappelle laterali. Elemento caratterizzante è la cupola. Notevoli i dipinti di Domenico Mondo, allievo di Solimena, che nel 1770 circa eseguì S. Pietro che battezza S. Aspreno, per l’altare maggiore; la Morte di S. Giuseppe per il cappellone destro e S. Camillo de Lellis per il cappellone sinistro; le SS. Lucia ed Agata e i SS. Filippo e Carlo nelle cappelle di sinistra. La chiesa, in discreto stato di conservazione, è chiusa da circa un ventennio e tute le opere d’arte mobili sono in deposito.

Indirizzo: 80137 P.tta Crociferi ai Vergini, 4 – Napoli – 40.8571693 – 14.2543200

Come arrivare in Campania

La Regione Campania è situata nell’Italia Meridionale ed è bagnata dal Mar Tirreno. Il capoluogo della regione è Napoli, popolata da quasi un milione di abitanti. Le altre provincie della regione sono: Salerno, Avellino, Benevento e Caserta, dove sono visibili bellezze naturali architettoniche incredibili.

Ma come si può raggiungere? Si raggiunge in auto, in treno, con l’aereo e con la nave. Vediamo quindi di seguito le diverse soluzioni.

Raggiungere la Campania in auto

La Campania si raggiunge facilmente in auto da tutta l’Italia poichè si collega all’ Autostrada A1. Le strade statali principali della regione sono: strada statale 414 di Montecalvo Irpino, strada statale 90 delle Puglie, strada statale 91 della Valle del Sele, strada statale 608 di Teano, strada statale 7 quater Via Domitiana, strada statale 145 Sorrentina, strada statale 163 Amalfitana, strada statale 268 del Vesuvio.

Raggiungere la Campania in treno

Per raggiungere la Campania con il treno è possibile scegliere tra diverse soluzioni. Innanzitutto vi è l’alta velocità ferroviaria che consente di raggiungere la città di Napoli, di Afragola, di Salerno. In poche ore si raggiunge la Campania partendo da Milano, Torino e Venezia.
In alternativa, si può partire con un treno regionale partendo da nord e dal sud Italia.

Raggiungere la Campania in aereo

L’unico aeroporto della Campania è quello di Napoli Capodichino.

Raggiungere la Campania con la nave

Numerosi sono i porti che sono presenti nella Regione Campania, il più importante di tutti è quello di Salerno. Dal porto di Napoli e Salerno partono navi che raggiungono anche altre Regioni Italiane e stati esteri.
Altri porti, invece, consentono di raggiungere le isole dell’arcipelago campano come ad esempio Ischia, Procida e Capri. Tutti i porti sono ben collegati con le stazioni ferroviarie.

Consigli di viaggio

Se hai bisogno di ricevere informazioni inerenti al tuo prossimo viaggio in Campania oppure se desideri effettuare prenotazioni di hotel, ristoranti, treni, navi e tanto altro contattaci.