Cappella Reale dell’Assunta (Napoli)

Nella lista delle cose da vedere a Napoli, troviamo il Palazzo Reale di Napoli, che al suo interno ospita la cappella Reale dell’Assunta. Questa è chiamata anche cappella Palatina, ed è un luogo perfetto per conoscere la storia e la cultura napoletana, offrendo anche la possibilità di vedere diverse opere d’arte.

La storia

La costruzione della cappella iniziò nel 1643, i lavori furono diretti da Francesco Antonio Picchiatti. La consacrazione alla Madonna Assunta avvenne nel 1646, anno in cui iniziarono le celebrazioni, su richiesta del viceré spagnolo.  La cappella fu restaurata intorno al 1660.  Altre modiche avvennero agli inizi dell’800; e infine a metà dell’800 si ottenne l’aspetto definitivo. Dopo la seconda guerra mondiale, a causa dei danni, fui necessario un altro intervento di restauro.

Descrizione

L’accesso alla cappella avviene tramite una porta in legno, posta in una cornice, sempre in legno e decorata con una stella e una conchiglia, simboli della Concezione.

All’interno la cappella presenta una navata unica con ai lati tre cappelle.  Tutte le decorazioni sono in stucco oro e bianco, di impronta borbonica. Sono inoltre molte le opere che è possibile vedere, ad esempio “Calvario e San Pietro d’Alcantara appare a santa Teresa”.

Infine, troviamo il presepe del Banco di Napoli.